Campionati regionali Seniores Master e Criterium Universitario

se-ma-uni

RISULTATI:

Campionati regionali Seniores di pesistica

Campionati regionali Master di pesistica

Criterium regionale Universitario di pesistica

 

La pesistica del Friuli Venezia Giulia ha ripreso a gareggiare a Pordenone, centro di eccellenza, anche per il 2013, regionale e nazionale. La società pesistica Pordenone ha ospitato nella sua struttura sportiva di via F.lli Rosselli, nel pomeriggio di sabato 2 febbraio, i migliori atleti del regionali e non solo. Alcuni di essi, infatti, hanno tentato la qualificazione fuori sede. Tutti sono saliti in pedana per conquistare la propria qualificazione ai campionati italiani previsti a Biella a metà marzo. Tra sabato e domenica scorsi, in tutte le regioni d’Italia, si sono svolti analoghi campionati con le stesse finalità. Poi la classifica nazionale stabilirà i migliori otto atleti, categoria per categoria, sia per i maschi che per le femmine, che si contenderanno il podio. La giornata prevedeva anche i campionati masters e universitari. Le quattro società regionali hanno portato in gara ben ventisette atleti di cui tre donne. Erano in gara anche cinque atleti, di cui una donna, provenienti da altre regioni.

CRONACA DELLA GARA FEMMINILE.

Impagliazzo Sara, (62-73-135), se pur con qualche incertezza ha terminato la sua gara fallendo solo due prove, una per esercizio, ma si è laureata lo stesso campionessa regionale seniores del FVG nei 53kg per quest’anno. E’ entrata in classifica anche per il campionato universitario.

Di Just Giada, (70-83-153). Buona gara. Come si dice in gergo: sei su sei. Senior, cat. 75kg, gareggiava fuori sede. L’atleta del C.S. Esercito ha sollevato il bilanciere con eleganza e senza patemi non sbagliando nessuna delle sei alzate previste, restando cautamente al di sotto dei suoi massimali. Tra le femmine ha sollevato il carico maggiore con 153 nel totale.

Santarossa Chiara, (70-78-148), pordenonese, junior, nata nel 1994, ha vinto nella sua categoria, i 69kg. Parte male negli slanc,i ma poi solleva in terza prova 70kg. Qualche incertezza nello slancio. La seconda e terza prova non trovano il consenso della terna arbitrale. Ma salva la gara sollevando 78kg della prima prova. Campionessa 2013 per il FVG nella sua categoria e nella classe seniores.

Pascutto Martina, (71-80-151), qualche errore nello strappo in terza prova e due prove non valide nello slancio. E’ atleta junior della pesistica Pordenone. A fine gara riceve la medaglia d’oro ed è campionessa regionale seniores del FVG nei 63kg per tutto il 2013.

La gara femminile è stata costellata, da un terzo di prove giudicate errate dagli arbitri alla pedana su ventiquattro alzate totali. Siamo in media.

CRONACA DELLA GARA MASCHILE

Muser Matteo, senior, categoria fino a 77kg della pesistica Udinese, allenato da Antonio Gori, nello strappo parte con 60kg e li si ferma. Si esprime con difficoltà. Gli arbitri giudicano le tre prove non valide. Nella terza si ferma alla tirata. Nel primo slancio l’atleta entra, ma si inginocchia in pedana, dominato dal bilanciere e dal suo pesare, ed è prova non valida. Nel secondo slancio, in sforbiciata, ottiene un prova valida a 75kg, anche se l’arbitro centrale ravvisa un errore. In terza di slancio, pur con qualche incertezza, ottiene il suo valido a 80kg. Non entra in classifica perchè negli strappi colleziona tre prove non valide.

Magris Graziano, classe 1946, (70-95-165), Olimpic P.C. di Fiume Veneto, già campione mondiale master, gareggia pur con il tendine del bicipite brachiale sinistro dolorante. Solleva correttamente in prima prova 60kg. In seconda, ancora incerto, consegue lo stesso un valido. In terza, con 70kg, si esprime con sicurezza ed esce dagli strappi con tre prove valide. Altra storia nello slancio. Graziano, è più attento ai movimenti. Sente meglio il bilanciere e ottiene un valido. In seconda, è un valido, ma il campione non è pienamente convito della sua prestazione e scuote la testa. Termina la sua gara con una terza di slancio, assolutamente valida. Per quest’anno è ancora campione regionale master nei +M65. Il suo Sinclair è di 341,25 punti il più alto nei masters presenti in gara.

Antoniolli Luca, (70-95-165), master 55 dell’Olimpic P.C. di Fiume Veneto. Tre strappi e tutti e tre validi (60-65-70). Nello slancio entra subito con un valido. Un arbitro ravvisa un errore, ma la seconda prova è valida, così la terza. Ha condotto la sua gara con regolarità in entrambi gli esercizi. Sei su sei: uno dei pochi. Arriva solo terzo nella classe degli M55 con 228,61 punti Sinclair.

Zaninello Denis, (67-90-157), senior della Miossport Cervignano, solleva senza patemi sia in prima che in seconda prova di strappo. Nella terza a 71kg, non la spunta con gli arbitri che vedono una prova non valida. Nel primo slancio spinge di gambe e solleva validamente l’attrezzo. Molto veloce e preciso nella seconda fase ottiene un valido. In terza con 90kg, chiude con un valido, ma un arbitro gli accende la luce rossa. Quarto nella cat. 94kg.

Roppa Giancarlo, (78-103-181), dell’Olimpic, master 65, entra negli strappi con sicurezza e solleva regolarmente il bilanciere. Non valido il terzo strappo a 81kg. Negli slanci il primo è valido e con sicurezza difende la sua gara come fa sempre. Valida la seconda. Chiude la sua gara con un non valido nel terzo slancio a 105kg. Campione regionale 2013 nei M65 con 307,87 punti Sinclair.

Gjergji Mentor (80-100-180), senior dell’Olimpic P.C. di Fiume Veneto. Nello strappo, prima prova valida, se pur oscillante nella risalita, valida la seconda. Nella terza con 85kg al bilanciere che gli cade in avanti, ottiene tre rossi dagli arbitri. Valido il primo e il secondo slancio. Nel terzo tentativo, con 110kg, è non valido e con questa alzata chiude la sua gara. Nella categoria fino a 94kg si posiziona solo terzo.

Marta Fabrizio, (80-100-180), della pesistica Pordenone, M55, colleziona un importante valido nel primo strappo. Nella seconda e terza alzata a 85kg, lascia cadere il bilanciere in avanti. Il primo slancio lo porta a termine con la sicurezza di un veterano della pedana e ottiene il suo valido assicurando la gara e la classifica. Nel secondo slancio si concentra, ma lascia ancora cadere il bilanciere davanti a se. Passa di un kilo a 111kg in terza prova, ed è prova non valida: unanime il responso arbitrale. Secondo nella sua classe d’età con un Sinclair a 264,49.

Cordenons Davide, (86-107-193), è uno junior della pesistica Pordenone. Alla fine della gara, è campione regionale seniores 2013, nei 56kg. Pur in non perfetta condizione fisica, si esprime lo stesso con velocità e preciso gesto sportivo, sollevando l’attrezzo e ottenendo un valido in prima prova, senza incertezze. Nella seconda, concentrato come sempre, ottiene un altro valido dagli arbitri. In terza prova, sale in pedana con titubanza e non concretizza, lasciando subito cadere i 90kg del bilanciere davanti a se. Lo slancio di Davide è valido nella prima, ma nella seconda prova si ravvede qualche incertezza che il suo allenatore rileva e corregge. La prova è comunque giudicata valida dalla terna arbitrale. Nella terza, infine, non ce la fa e si siede, non sollevando il bilanciere caricato a 111kg. Prova non valida. Atleta dalle ottime tecniche e di grande continuità prestazionale.

Girardi Sante, (90-113-203), Olimpic P.C. di Fiume Veneto, master 55, tira il bilanciere a 85kg con sicurezza e con la maestria di un esperto, ed è subito valida. Nella seconda prova di strappo, Sante, tira, ma lascia cadere subito l’attrezzo davanti a se. Non sbaglierà più un’alzata in tutta la gara. Segnala come nelle prove precedenti l’impossibilità anatomica di estendere completamente gli arti superiori. Convince, gli arbitri e il pubblico presente, nella prima di slancio. In seconda, un solo arbitro da rosso, ma la prova è lo stesso valida. Chiude gli slanci con una prova convincente: valida! E’ campione regionale master nei M55. Il suo Sinclair raggiunge i 297,74 punti.

De Marco Riccardo, junior cat. 62kg, pordenonese, lento nell’esecuzione del primo strappo con 87kg. La prova è valida ma la tecnica è in ritardo. Nel secondo tentativo lascia cadere il bilanciere dietro la schiena. Gli arbitri segnalano prontamente l’errore. Valida la terza con 90kg. Lo slancio lo mette in difficoltà. Sollevato il bilanciere in prima prova, lo lascia cadere in avanti. Nella seconda è insicuro e cede le braccia alla gravità del bilanciere. Chiude la gara di slancio con una prova non valida. Gli arbitri vedono e segnalano subito la flessione delle braccia. Non entra in classifica. Tre non validi nello slancio, pesano. Peccato!

Ganzini Alessandro, senior della Miossport, allenato dal maestro benemerito Zanetti, gareggia nella cat. 77kg. Nella prima prova lascia passare il tempo e a ventitre secondi solleva validamente il bilanciere sopra la testa. Nella seconda, il bilanciere non lo porta da nessuna parte e lo lascia cadere avanti a se. In terza di strappo, con 98kg, si concentra molto meglio, ma tocca con il ginocchio destro la pedana di gara, e purtroppo la prova è nulla per gli arbitri. Entra negli slanci con 115kg, ma ottiene un primo non valido. Passa in seconda con un carico a 118kg. Difficile risalita… e la prova finisce con tre rossi. Ripete. In terza, si concentra meglio, ma cede sulle braccia ed esce di gara. Non rientra in classifica. Non si qualifica per il campionato universitario.

Di Giusto Michael, (100-130-230), C.S. dell’Esercito, prova validissima la prima e la seconda di strappo. Domina il bilanciere con sicurezza. Il pubblico applaude subito per il ritmo e la simpatia. In terza di strappo non ce la fa e il bilanciere caricato a 105kg cade dietro senza essere sollevato. Valido il primo (117kg), il secondo (125kg) e il terzo slancio (130kg). Precisione velocità e concentrazione. Buona gara.

Vukajlovic Vuk, (100-117-217), pesistica Pordenone, junior, gareggia nella cat. fino a 85kg di peso corporeo, ha dimostrato sicurezza, ottenendo un valido nella prima (95kg) e nella seconda (100kg) prova di strappo. Nella terza a 105kg, solleva il bilanciere a diciotto secondi dalla fine, ma è impreciso nell’incastro e lascia cadere anche lui l’attrezzo dietro la schiena. La prova è nulla. Nel primo slancio non delude nessuno. Nella seconda, invece, gli arbitri sanciscono una prova non valida. Nella terza, sempre con 117kg al bilanciere, rimonta egregiamente con una buona prestazione. E’ quarto in classifica seniores.

Leontino Sante, A.S.D. Fitness Center, non valide le tre prove di strappo. Il bilanciere ripetutamente cade per tre volte davanti all’atleta senza essere regolarmente sollevato. Si ritira negli slanci. Sabato non è stata la sua giornata.

Brescia Stefano, (100-120-220), junior della pesistica Pordenone, gareggia nella categoria fino a 85kg. Entra con 95kg al bilanciere ed è subito prova valida. In seconda, con 100kg, solleva e subito compensa l’alzata con un mezzo passo in avanti e domina il suo tentativo e salva la prova. Non ce la fa, invece, in terza con 103kg, il bilanciere gli cade dietro. Nel primo slancio fa cadere il bilanciere in avanti nella spinta. Ma in seconda, con 120kg, non delude ed ottiene un valido salvando la sua classifica. Non valida in terza e chiude così la sua gara di qualificazione. E’ terzo nella sua categoria.

Mancino Eddy, atleta senior dell’Olimpic, figlio di Raffaele, già campione italiano negli anni novanta, entra con una prova valida nella gara degli strappi con 95kg. Valida senza sforzo la seconda con 100kg. Il primo slancio è nullo. Poi rinuncia alle altre prove. Non concretizza né nel campionato seniores né in quello universitario.

Mancino Kevin, (105-125-225), atleta junior, anche lui della società di Fiume Veneto, fratello di Eddy, entra e fallisce la prima prova di strappo con un carico di 100kg. Ripete, e subito dopo il fratello, anche lui consegue un valido con 100kg. Nella terza (105kg), ce la fa validamente. Negli slanci si ferma a 105kg, in prima prova con un valido arbitrale corretto e resta in classifica per la possibile qualificazione. La seconda di slancio,, purtroppo, non è valida, anche se un arbitro segnala da solo con il bianco. La terza prova è incerta ed è anche questa, non valida. Conquista un secondo posto in classifica di categoria nei fino a 105kg.

Furlan Luca, (111-134-245), atleta senior di Pordenone, gareggia nella cat. fino 77kg. Si classifica al primo posto ed è campione regionale seniores per il 2013 nella sua categoria. Veloce nell’esecuzione, consegue un valido nella prima prova di strappo. In seconda, si concentra meglio ed è ancora valida la sua alzata a 107kg. A bordo pedana, il suo allenatore, Dino Marcuz, vigile e attentissimo, lo richiama alla gara all’esecuzione del gesto. Il suggerimento si concretizza con un valido nel terzo strappo con 111kg al bilanciere. Primo slancio facile e l’allenatore pare contento. La seconda prova è valida a tutto tondo. Inciampa in terza a 138kg con un non valido, bilanciere dietro la schiena per un’incertezza che dopo essere sceso dalla pedana, il suo allenatore gli fa giustamente notare. Campione regionale seniores nella sua categoria per tutto il 2013.

Protani Stefano, (111-124-235). Anche lui della pesistica Pordenone, gareggia nei seniores cat. 94kg. Nella prima di strappo, lentamente risale dopo la tirata ed è valida. Il pordenonese, in seconda, è più veloce e preciso compiendo la prova, validamente, con 109kg. Tiene con sicurezza il bilanciere tra le mani ed è valida l’alzata con bilanciere a 111kg. Lo slancio gli è subito favorevole con 124kg. Ma nella seconda, non convince che un solo arbitro, e la prova è non valida. La terza è difficile nell’esecuzione fin dall’inizio e si conclude con un non valido che gli arbitri rendono pubblico con tre rossi. Conquista un secondo posto in classifica.

Bortolin Maximiliano, (115-135-250), della pesistica Pordenone, gareggia come senior nella categoria dei fino a 69kg. Entra in gara con un primo valido negli strappi a 105kg. Veloce e preciso esegue vigorosamente e con successo la sua seconda alzata con cinque kili in più. Senza indugi con velocità si porta a casa un terzo valido con 115kg al bilanciere. Nel primo slancio con 130kg si merita un valido. Nel secondo slancio non ci sono difficoltà ed è prova valida. Nella terza prova non la spunta con il bilanciere caricato a 140kg. Campione regionale 2013 nella sua categoria. Molto tecnica la sua prestazione.

Sequino Valerio, (110-138-248), atleta senior dell’Olimpic, in prima prova di strappo (110kg) scende dalla pedana con un esecuzione valida. Finisce con il bilanciere dietro la schiena nel secondo tentativo. Piega le braccia e non conclude a 115kg la terza alzata. Gli arbitri decretano un non valido. In prima prova di slancio, con velocità e precisione solleva regolarmente l’attrezzo caricato con 130kg, convincendo la terna degli arbitri alla pedana. Nella seconda di slancio a 135kg, si concentra ed ottiene un meritato valido dalla terna. Chiude con una terza prestazione pienamente valida a 138kg. Così è il responso arbitrale. In classifica per la cat. degli 85kg è secondo dietro a Soma Filippo.

Maricchio Thomas, (131-150-281), milita nella società siciliana Dynamo Bagheria, cresciuto nella Miossport di Cervignano del Friuli,  molto veloce e preciso nella prima e seconda alzata di strappo ottiene subito due validi con l’attrezzo caricato a 120kg e 127kg. Nella terza di strappo, chiude gli occhi e attende il valido dalla terna arbitrale a 131kg. Entra a 150kg e sbaglia il primo slancio. Nel secondo, è più attento, il giudizio è tre validi. Chiude la sua gara negli slanci con un non valido a 160kg, non spinge il bilanciere come vorrebbe. Entra nella lista dei possibili qualificati della cat. fino a 85kg.

Soma Filippo, (125-155-280), senior, pordenonese, gareggia negli 85kg. Senza difficoltà ottiene un valido nel primo strappo a 125kg. In seconda, non conclude, ed è non valida. Si tira indietro e il bilanciere cade in avanti decretando,ancora, un non valido anche in terza prova sempre con 131kg. Lo slancio è valido con la prima prova (155kg). L’atleta è determinato e passa. In seconda, non ce la fa, nonostante il suggerimento dell’allenatore. Subito dopo, in terza, abbandona la pedana con una prova nulla a 165kg. Campione regionale seniores 2013 negli 85kg.

Boiof Mariano, (130-160-290), senior della pesistica Pordenone, gareggia nella categoria dei 105kg. Nel primo tentativo di strappo, non istantaneamente domina il bilanciere, ma ottiene un valido nella prima prova con 125kg. In seconda, si prende il suo tempo ed è veloce nel tentativo di sollevare, ma flette le braccia in accosciata e ottiene un’alzata non valida, segnalata con tempestività dagli arbitri. Nel terzo strappo, ripete 130kg, platea in silenzio, solleva ed è valida. Mariano, si concentra e il primo slancio è valido con 160kg. Nel secondo si concentra ancora ed è silenzio in sala, ma l’attrezzo gli sfugge dalle mani. E’ non valida. In terza chiude, lasciando subito il bilanciere pesante 170kg alla gravità, con giudizio arbitrale negativo, dopo averlo staccato dalla pedana. E’ campione regionale seniores nei 105kg.

Magris Riccardo, (135-170-305), atleta junior dell’Olimpic. Prova valida è il responso della terna arbitrale nella prima di strappo con 127kg al bilanciere. Seconda, tre luci bianche con 135kg; in terza, lascia subito alla gravità i 143kg del bilanciere ed è prova non valida per la terna di arbitri alla pedana. Il primo slancio è facile con 160kg. Il secondo con 170kg, altrettanto. Chiude la gara e la competizione nel tentativo di sollevare, nel terzo slancio, 175kg che però perde nel controllo. Solo in categoria, non ha rivali ed è campione seniores del Friuli Venezia Giulia negli oltre 105kg per tutto il 2013.

Grando Luigi, (140-167-307), atleta senior del C.S. Esercito. Sin dal primo strappo, bilanciere pesante 132kg, con movimento corretto e con la giusta velocità di esecuzione, imprime l’inerzia necessaria al sistema atleta/bilanciere, che gli consente di ottenere una prima prova valida. Validamente in seconda a 136kg, addomestica la barra e i dischi e li accompagna perfettamente sopra la testa governando tutto il movimento. In terza di strappo a 140kg, continua le sue alzate positive. Luigi, entra negli slanci con 158kg e solleva validamente, sopra la testa il bilanciere con la calma e serenità che gli sono consoni. La seconda a 167kg è valida senza dubbi per nessuno. La chiusura degli slanci è un non valido. I 173kg gli cadono ed è prova non valida. Peccato! In ogni caso ottima la sua prestazione e bella da osservare. Nei maschi ha sollevato il carico maggiore con 307kg di totale.

Gasparotto Mauro, (137-162-299), pesista pordenonese, è uno junior gareggia dei 94kg. Incitato dal suo pubblico vince il bilanciere e la gravità in prima di strappo con 132kg, e senza sforzo consegue un valido dalla terna arbitrale. In seconda, si concentra e vince il bilanciere, pesante 137kg. Gli arbitri sono concordi: è valida!. In terza lascia subito il bilanciere pesante 143kg alla forza gravità a cui si inchina. La terna decreta prova non valida. Buona la prestazione nel primo slancio a 155kg. Il secondo tentativo è nullo e, Mauro, non si avventura nella spinta. La terza prestazione negli slanci è valida ripetendo il tentativo a 162kg. Ottiene il primo posto nella sua categoria con 299kg nel totale ed è campione regionale seniores per tutto il 2013.

Gara di qualificazione interessante sotto il profilo tecnico, anche se il trentaquattro per cento delle alzate maschili sono state giudicate non valide dai tre arbitri alla pedana. Varie le tecniche di sollevamento, ma non distanti tra loro i percorsi allenativi. Forse qualche incontro di allenamento comune tra tutti gli atleti del FVG consentirebbe di affinare le tecniche per approdare a risultati più interessanti per tutti. Adesso aspettiamo la lista, stilata dalla segreteria FIPE, dei qualificati al campionato italiano, in calendario il prossimo marzo a Biella. Giovanni Righi, delegato FIPE del FVG, che ha premiato tutti gli atleti, al termine del campionato ha espresso soddisfazione per come è andato l’incontro di qualificazione. Precisione nel caricamento del bilanciere, ottima la gestione informatica della gara ed equi i giudizi arbitrali.

Fabiano Blasutig