Campionati regionali Under 17 di pesistica

U17-blogClicca sull’immagine per andare alla Photogallery – foto di Piergiorgio Moreale

Risultati Campionati regionali Under 17

A Udine gli atleti e le atlete del Friuli Venezia Giulia, nati tra il 1996 e il 1999, hanno gareggiato nel pomeriggio di sabato 9 febbraio per assicurarsi una posizione nella classifica delle qualificazioni ai campionati italiani della classe under 17. La Pesistica Udinese, che vanta grandi tradizioni in questo sport, per successi ed organizzazioni, ha predisposto al meglio, nella palestra comunale di via Marangoni, l’importante campionato regionale di qualificazione.

La Società friulana ha ospitato atlete e atleti di tutte le Società regionali che, se qualificati, si contenderanno nel marzo prossimo, ai campionati italiani di Biella, primi otto posti in classifica, rispettivamente nelle otto categorie maschili e nelle sette femminili.

Anche per questa gara di qualificazione, come in quella della settimana scorsa, tra sabato e domenica, in tutte le altre regioni d’Italia, si sono svolti analoghi campionati regionali con le stesse finalità. In qualche regione la qualificazione è avvenuta la settimana precedente. Entro metà mese si conoscerà la classifica nazionale che stabilirà i migliori otto atleti, categoria per categoria, sia per i maschi che per le femmine, che si incontreranno a Biella ai campionati italiani under 17 di pesistica.

Le cinque società regionali hanno fatto gareggiare ben ventotto atleti di cui tredici donne. In questa gara non erano presenti atleti provenienti da altre regioni come era avvenuto nella settimana scorsa in occasione delle qualificazioni dei seniores.

CRONACA DELLA GARA FEMMINILE.

Romanelli Martina, (21-22-43). Esordiente, pordenonese, ha avuto qualche incertezza negli strappi in prima e terza prova, ma con un 21kg validi, ha ottenuto di restare in classifica. Con il primo slancio ha chiuso la gara, mentre le incertezze nel secondo e terzo slancio saranno motivo di ragionamento durante i prossimi allenamenti in palestra. In classifica è arrivata al terzo posto.

Scianna Stefania, (27-37-64). Atleta della Miossport di Cervignano del Friuli è giunta al quinto posto senza sfigurare nella +69kg. Con una lenta progressione dei carichi al bilanciere, ha condotto, sotto la guida attenta della sua allenatrice, una gara senza errori. La tecnica ancora da perfezionare, qualche piccola insicurezza, ma Stefania promette bene nella sua categoria e per la sua classe. Sei-su-sei la prestazione.

Gentili Valentina, (28-35-63). Esordiente, nata nel 1999, atleta di Pordenone, esce da questa qualificazione con un secondo posto imposto per differenza peso e non per kili sollevati. Il confronto è stato con la compagna di squadra Agbemadji. Valentina ha condotto un’impeccabile gara sulla compagna di squadra, compiendo le sei prove a disposizione senza errori, tanto da convincere, sempre, la terna arbitrale. Il kilo ha fatto, in questo caso, la differenza. Buona la tecnica di sollevamento nei due esercizi. Una sei-su-sei!.

Agbemadji Anna Maria, (31-32-63). Atleta della Pesistica Pordenone è campionessa 2013 nel FVG nella cat. 58kg e nella classe under 17. Vince per differenza peso corporeo sulla Gentili. Bene negli strappi. Negli slanci è entrata ed uscita con due prove non valide. La seconda con 32kg al bilanciere, ripetuti, sono stati ritenuti validi dalla terna che le assicurano la partecipazione alle qualificazioni.

Hoqi Daniela, (31-39-70). La pordenonese, esordiente, se pur quarta nella +69kg, ha gareggiato con grande agonismo. Un solo errore con 42kg, in terza di slancio, che non erano per lei inavvicinabili. Lei, come le altre atlete di Pordenone, farà parlare di se nelle prossime gare in calendario per il 2013.

Cassia Giorgia, (35-40-75). Cervignanese della Miossport, non si è lasciata intimidire dall’irraggiungibile Bassetto. Ha condotto la sua gara sbagliando per poco le due terze prove. Atleta puntigliosa nella sua preparazione, non le è riuscito in gara quello che si era ripromessa in allenamento: gli 80kg nel totale. Il secondo posto in questa gara di qualificazione è per me un buon risultato, ha commentato a fine gara.

Poles Dania, (36-41-77). Anche lei pordenonese, nata nel 1998, ha gareggiato nella cat. fino a 53kg ottenendo la medaglia d’oro e il titolo di campionessa 2013 nel FVG nella sua categoria e nella classe under 17. Due errori che gli arbitri hanno subito segnalato, entrambi nelle terze prove rispettivamente con 39kg e 43kg.

Obodai Abigail, (37-35-72). Nata nel 1998 era sola nella sua categoria, ma questo non ha inciso sulla sua prestazione. La pordenonese ha sollevato, insolitamente, più di strappo che di slancio, sbagliando 2a e 3a di slancio con bilanciere pesante 40kg. E’ campionessa 2013 nel FVG nella categoria fino a 48kg nella classe under 17. Ha stabilito nella categoria fino a 48kg, nell’esercizio di strappo, ben tre record femminili nelle classi under 17, juniores e assoluti.

Cacchioni Aurora, (37-45-82). Under 17 della Pesistica Udinese. E’ salita sul podio al terzo gradino nella cat. delle +69. Sbagliando le due terze prove con il bilanciere caricato, rispettivamente, a 38kg nello strappo e 45kg nello slancio. Due carichi per lei non inarrivabili. Un terzo posto che la vede dietro alle forti Quaino, sua compagna di squadra, giunta prima, e Furlan della Pesistica Pordenone, quest’ultima seconda.

Kyere Belinda, (53-64-117). Pordenonese anche lei, sola nella categoria dei 63kg e diventata campionessa 2013 nel FVG nella sua categoria e nella classe under 17. Positivi gli strappi e gli slanci che senza difficoltà ha, con tecnica acquisita in ore di allenamento, sollevato senza apparenti imperfezioni. Atleta da sei-su-sei. Gli arbitri non hanno ravvisato alcun errore nella sua prestazione. Il suo Sinclair è stato il migliore ottenuto nel campionato femminile: 158,35 punti.

Furlan Eleonora, (61-64-125). Pordenonese, arriva seconda nella sua categoria. Buona e continua la sua prestazione negli strappi, 56,58,61kg. Mentre negli slanci parte bene e continua sicura in seconda prova, inciampa in terza con 68kg che non le vengono attribuiti validi dalla vigile terna arbitrale. Poteva essere campionessa regionale. Sarà per la prossima gara, battere l’udinese Quaino.

Bassetto Lara, (61-64-125). Under 17 di Pordenone, sola nella sua categoria, ha espresso buona tecnica in tutti e tre gli strappi con un 61kg in terza. Mentre nel secondo e terzo slancio non ha concluso con 68kg al bilanciere. Ha assicurato l’entrata nella qualificazione con un 64kg in prima di slancio. Campionessa regionale 2013 nella categoria fino a 69kg nella classe under 17.

Quaino Priscilla, (63-65-128). Atleta di casa è campionessa 2013 nel FVG nella sua categoria e nella classe under 17. Pur primeggiando, ha gareggiato solo al 50% delle sue capacità agonistiche. Un errore nella seconda di strappo a 63kg che in terza solleva senza errori. Mentre, negli slanci, assicura la gara nella prima prova con 65kg e sbaglia in successione i 70kg, in seconda e in terza. Nel totale, con 128kg, ha sollevato più di tutte le ragazze del campionato.

CRONACA DELLA GARA MASCHILE

Dobovitchi Vladimir, (27-39-66). Atleta della Miossport è un under 17. E’ fratello di Alexandru che gareggiava nella cat. 69kg. Non si fa intimidire dal bilanciere e ferma la sua entrata in qualificazione, negli strappi, a 27kg, in prima prova. Con il bilanciere caricato a 29kg non riesce per due volte a passare. Negli slanci, invece, una sola prova non valida: la seconda, a 39kg, che ripete ottenendo un valido dalla terna arbitrale. Campione 2013 nel FVG nella cat. fino a 50kg e nella classe under 17. Una grande responsabilità per Vladimir.  Discuteranno in famiglia chi è il più forte! Per la Sinclair è Alexandru…

Muzzin Mattia, (28-38-66). Atleta di Fiume Veneto. Under 17. Categoria 62kg. Bene la prima di strappo. Un errore in seconda prova. In terza estende bene la parte superiore del busto, su suggerimento del suo allenatore, e ottiene un meritato valido. Negli slanci va bene nella prima prova, con 33kg, che solleva regolarmente. In terza, si allunga correttamente, solleva 38kg, estendendo velocemente i gomiti ed è valida. Non sbaglia nulla negli slanci. Scendendo dalla pedana si congratula con il suo allenatore, Sante Girardi. Ha concluso la gara al sesto posto in classifica.

Samez Franco, (30-35-65). Atleta di Udine. Esordiente. Inciampa nella seconda di strappo che supera in terza con sicurezza. Gli slanci sono eseguiti con tranquillità; molto è dovuto al suo allenatore, Antonio Gori che non l’ha lasciato un momento. Nella sua categoria, la 94kg, vince il secondo posto dietro al triestino Seminara che è rimasto in gara per un soffio.

Ermacora Gianluca, (45-50-95). Atleta udinese. Under 17. Bene la prima di strappo e senza difficoltà. In seconda, ancora positiva la sua prova. La terza è più che mai concentrato ed è valida. Slanci benino! Qualche incertezza con 50kg che cadono davanti in seconda, ma che solleva validamente in terza. Un quinto posto. Non poteva di più nell’affollata categoria dei 62kg.

Del Col Fabio, (47-62-109). Atleta dell’Olimpic di Fiume V. Classe under 17. Ha gareggiato nei 56kg ottenendo la medaglia d’oro e il titolo di campione regionale di classe per tutto il 2013.Gli strappi sono andati in progressione (42-45-47). E’ salito in pedana con sicurezza. Sapeva che a bordo pedana c’erano due allenatori, Girardi e Magris, che lo seguivano in ogni suo movimento. Primo slancio, solleva e si muove, poi rimane immobile come da regolamento. Valida. In seconda, fa mezzo passo in vanti, poi si ferma e scende con un valido. In terza a 65kg non chiude. Il non valido, che gli arbitri gli consegnano senza indugio, non consentono a Fabio, che tentava 112kg nel totale, di fare sei-su-sei. Sarà per la prossima gara.

Shkoza Kevin, (47-60-107). Atleta della Pesistica Udinese è un under 17. Sei valide sue sei. Anche lui, come Fantin, è un sei-su-sei. Senza difficoltà la prima, la seconda e la terza di strappo. Negli slanci non si fa mettere a disagio dal bilanciere ed è valida la prima con 55kg. Nella seconda, vince ancora lui sul bilanciere e la gravità. Poi in terza, con mani impolverate di abbondante magnesio, sale in pedana e non sbaglia i 60kg. L’allenatore Gori è contento, Kevin è quarto in classifica nella categoria dei 62kg e cinque punti in classifica Società sono preziosi.

Comar Marco, (48-62-110). Atleta della Miossport, nato nel 1998, nella sua categoria non poteva che arrivare terzo, e così ha fatto! Un under 17 che nella cat. dei 62kg aveva davanti a se il forte Carbonera, suo compagno di squadra, e l’irraggiungibile Zanni della Pesistica Pordenone. Nella prima di strappo si siede vinto dal carico a 45kg che ripete in seconda, conquistando un valido dai tre arbitri. Passa a 48kg, in terza, che solleva mettendo in evidenza la sua grinta. Valida la prima di slancio. Nella seconda, attende a lungo il caricamento a bordo pedana, si consiglia con l’allenatrice Viglietti, sale e solleva. Valida. Nella terza, in chiusura, si ferma un po’ nella risalita, poi vince il bilanciere che pesa 62kg. Gara convincente la sua.

Seminara Alessandro, (52-65-117), Atleta della Nuova Pesistica Triestina. Under 17. Sale e strappa il bilanciere dalla pedana con forza. E’ valida. In seconda prova, a 55kg, non coordina i movimenti per l’esercizio e gli arbitri decretano l’alzata non valida. Ritenta in terza, ma la tecnica è ancora imprecisa: un non valido arbitrale la conseguenza!. Lo stesso accade negli slanci. Ma Alessandro mantiene la presenza in classifica con i 65kg della prima prova su cui gli arbitri non hanno nulla da dire. Giornata difficile per lui che però alla fine ottiene la medaglia d’oro nei 94kg e di essere per il 2013, campione regionale under 17.

Dobovitchi Alexandru, (58-77-135). Atleta Miossport anche lui un under 17. Medaglia d’oro. Non ha rivali nella sua categoria e vince il suo campionato laureandosi campione 2013 nel FVG nella 69kg e nella classe under 17. Valida la prima di strappo con 58kg e senza patemi. Alexandru è concentrato nella seconda di strappo, ma il bilanciere non vuol saperne di essere sollevato. L’allenatrice s’impone, ma non se ne fa nulla. I 60kg cadono ripetutamente e restano sulla pedana per due volte. Prestazione in affanno negli strappi. Stessa circostanza negli slanci, dove ottiene un valido pieno dopo i suggerimenti della Viglietti, ma si ferma a 77kg in prima prova, non riuscendo a far salire gli 80kg, né in seconda, né in terza, dove, tradito forse dalle scarpe, cede uscendo un po’ scontento.

Bergagna Luca, (58-75-133). Atleta della Pesistica Udinese, solo nella categoria dei 77kg, questo under 17 è entrato validamente in prima prova con 50kg, poi è passato a 55kg per sollevare validamente, in terza di strappo, 58kg. Forte della progressione negli strappi, Luca, nella prima di slancio solleva 70kg dopo i suggerimenti di Gori. Nella seconda però, è troppo sicuro e i 75kg cadono dietro la schiena, decretando una prova non valida. Riprova, infine, e lo slancio è valido. Lo stabilisce la terna in modo unanime. Con 133kg nel totale riceve la medaglia d’oro ed è campione regionale di classe 2013.

Fantin Andrea, (63-73-136). Atleta pordenonese è un under 17 della +94. E’ stato un atleta da sei-su-sei. Valida la prima di strappo con 55kg. Governa con difficoltà nella seconda alzata, che è però valida. In terza vince la gravità del bilanciere senza errori. Negli slanci entra in gara con i suggerimenti dall’allenatore Grando. Andrea, con ritmo, non si fa vincere e passa in seconda a 70kg, che solleva con perfetta tecnica. In terza, ancora Grando, lo imposta ancora meglio e vince sollevando i 73kg dalla pedana con la tecnica caratteristica della scuola pordenonese: allenamento, allenamento e ancora allenamento! Arriva secondo in classifica, ma contro Fregonese, Miossport, non c’è stata storia.

Mian Carlo, (70-85-155). Atleta della Pesistica Miossport di Cervignano del Friuli, è un under 17 che viene da lontano, sportivamente parlando. Stagione molto positiva quella del 2012. Nella prima di strappo è deciso. Raddrizza, su suggerimento della Viglietti, correttamente la schiena e tira. L’alzata è valida anche per gli arbitri. È più pensata la seconda prova con 70kg al bilanciere. Nell’esecuzione si è vista qualche piccola incertezza; gli arbitri comunque, non hanno avuto dubbi, tre validi. Nella terza è determinato, ma i 72kg non salgono e Carlo è costretto a restituirli subito alla pedana. La prima di slancio è un po’ più semplice, ma non facile. Incoraggiato, passa a 85kg in seconda. Si concentra davanti al porta-magnesio, sale e solleva con la schiena tesa, recupera quanto basta ed è valida. L’arbitro di destra però vede rosso. Un presagio. In terza di slancio, segnala agli arbitri, come fa sempre, tira ma non incastra al petto gli 87kg che cadono sulla pedana. Non valido. Le terze prove non gli sono favorevoli. Vince la sua meritata medaglia d’oro ed è campione regionale under 17 per tutto il 2013.

Carbonera Francesco, (73-98-174). Atleta under 17 della Miossport ha gareggiato nella cat. dei 62kg, sapeva alle partenze di essere secondo e ha fatto la sua gara posizionandosi dietro al forte Zanni. Valida e con un’esecuzione decisa la prima di strappo con 73kg. In seconda, spronato dall’allenatrice, solleva 76kg: prova valida per gli arbitri. In terza, Francesco, va e afferra il bilanciere, ma non lo solleva. Prova non valida con 79kg. Entra con un valido negli slanci. In seconda, sale in pedana, è sufficientemente veloce nel sollevamento da strappare un valido alla terna arbitrale con 98kg. Chiude tentando si sollevare 102kg, ma angolandosi in pedana verso destra, cede e perde la presa. Gli arbitri segnalano tre rossi. Le terze prove sono state eseguite un po’ in  affanno. Il secondo miglior Sinclair della campionato maschile (252.93 punti).

Fregonese Luca, (79-86-165). Atleta di punta della Miossport nella +94kg. In questo campionato ha vinto senza patemi la medaglia d’oro e per tutto il 2013 sarà campione regionale negli under 17. Con sicurezza ha sollevato il bilanciere caricato con 72kg nella sua prima di strappo. Nella seconda, Luca, guarda il caricamento, si consiglia con Ilaria Viglietti, la sua allenatrice, poi sale in pedana e porta i 75kg dove vuole lui. Solleva il bilanciere come si deve anche nella terza di strappo (79kg). Nella prima di slancio sale calmo e vince la gravità degli 82kg. Nella seconda, fa mezzo passo, si ferma e vince. Passa a 90kg per stabilire un totale a 169kg, ma non incastra e il bilanciere che cade subito. Scende dalla pedana e scuotendo il capo guarda ancora una volta il bilanciere, forse realizza l’errore commesso nell’incastro.

Zanni Mirko, (95-113-208). Atleta che ha difeso i colori della Pesistica Pordenone. Under 17. Non guarda il bilanciere nella prima di strappo, gli dà la schiena, poi sale in pedana e tira senza patemi. Valida con 85kg. Nella seconda strappa un applauso oltre che il bilanciere dalla pedana. Prova valida. In terza, Marcuz e Grando, i suoi allenatori, lo incitano a sollevare, ed è valida con 95kg al bilanciere. Dino Marcuz lo segue e lo consiglia prima di fargli girare i 106kg in prima di slancio. L’allenatore suggerisce il giusto ritocco mentale, ed è valida. In seconda va con 113kg. Valida. Recupera, Marcuz, è pensoso, raccomanda l’ultimo dettaglio. Lo incita a bordo pedana, ma il bilanciere cade per gravità e non chiude a 117kg per un 212kg nel totale. Tre record maschili classe under 17 cat. 62kg (strappo, slancio, totale). Medaglia d’oro e campione regionale 2013 negli under 17. Ha sollevato più di tutti nel totale maschile: 208kg. Miglior Sinclair maschile con 304,03 punti. E’ stato l’atleta più forte di questo campionato regionale maschile.

Nella classifica per Società, vince la squadra di Pordenone (2M+9F), al secondo posto quella di Cervignano (6M+2F) e al terzo la Pesistica Udinese (4M+2F). Va detto che in questo campionato, queste tre Società avevano presenze sia maschili che femminili. Quelle di Fiume Veneto (2M) e Trieste (1M), invece no. Di conseguenza, si sono classificate, rispettivamente al terzo e al quarto posto. Gara di qualificazione importante per il futuro della pesistica regionale. Il delegato FIPE del FVG, Giovanni Righi, ha premiato tutti gli atleti sul podio. Ha poi commentando che il test della gara è stato per lui positivo sotto tutti gli aspetti.

La terna arbitrale ha condotto il suo lavoro al meglio e senza indecisioni. L’arbitro centrale è stato vigile e ha diretto la terna e il caricamento del bilanciere con precisione e rigore. I giudizi arbitrali sono stati imparziali e autorevoli anche in questa delicata fase di qualificazione, dove esordienti e under 17 gareggiavano insieme come previsto dal Programma delle Attività Federali di quest’anno.

Fabiano Blasutig

udine-u17