La pordenonese Magris relatrice al Meeting Nazionale degli Ufficiali di Gara

Importanti i temi Paralimpici trattati e quelli tecnico-gestionali del settore arbitrale

DSCN0633

Si è svolto nello scorso fine settimana, a Fiumicino, vicino l’aeroporto Leonardo da Vinci, il Meeting nazionale degli arbitri italiani della Federpesistica. A rappresentare il settore arbitrale del Friuli Venezia Giulia, oltre alla Coordinatrice, Sabrina Magris, erano presenti, Angelo Dalla Silvestra, componente della Commissione nazionale, e i due arbitri nazionali Fabio Sgambati e Luca Zeriali.

La Coordinatrice del FVG ha presentato una breve relazione sullo stato di salute del settore arbitrale regionale, offrendo alcuni preziosi suggerimenti alla Commissione nazionale presieduta da Fabiano Blasutig. Nel corso del Meeting, incentrato per lo più su tematiche Paralimpiche, sulle quali la FIPE sta orientando alcune importanti attività, anche internazionali, si è aperto un interessante dibattito tra i convenuti che ha messo in buona evidenza, il passo della nuova generazione di Arbitri della Pesistica a cui, Sabrina Magris, sembra appartenere. Relatori al Meeting sono stati il vice presidente della FIPE, Michele Barbone, che ha illustrato con ottima sintesi il Sistema Sportivo italiano. Il consigliere, Maurizio Lo Buono, nella veste di Direttore di gara della FIPE, ha centrato il suo intervento sulla capacità di fare-squadra e sul senso di appartenenza alla Federazione. Il Direttore dell’attività Paralimpica federale, Alessandro Boraschi, ha aperto il dibattito sulla necessità di prender coscienza, da parte di tutti i tesserati FIPE e degli Arbitri in particolare, sugli Atleti/e disabili che da qualche anno sono entrati a far parte, a pieno titolo, del settore agonistico, imponendosi nelle gare internazionali in modo sorprendente. Boraschi, da esperto del settore, ha trasmesso a tutti i convenuti lo spirito e i punti di vista che al settore ancora mancavano. Nelle due giornate del Meeting erano presenti le rappresentanze arbitrali di ben quattordici Regioni.

DSCN0647DSCN0638