Preparazione intesa con docenze di eccezioni per i futuri Arbitri di Pesistica del Friuli Venezia Giulia

Preparazione intesa con docenze di eccezioni per i futuri Arbitri di Pesistica del Friuli Venezia Giulia | Programma del corso rispettato

Ai Campionati regionali Assoluti di Specialità (Strappo | Slancio), che si sono svolti nella palestra dell’ASD Crossfit Tarcento, tra sabato 27 e domenica 28 aprile scorsi, in Tarcento (UD), i cui risultati agonistici sono validi per la qualificazione nazionale, si è tenuta la terza e quarta lezione (pratica) per i futuri Arbitri di Pesistica regionale del Comitato FIPE del Friuli Venezia Giulia. I discenti hanno affiancato gli Arbitri più esperti per imparare le prime nozioni del difficile ruolo dell’Arbitro in gara. In tutte le postazioni della competizione, valida, come detto, per la qualificazione nazionale, le cui Finali si svolgeranno in quel di Vercelli a metà di giugno, i corsisti hanno osservato con particolare attenzione e scrupolo, in affiancamento, lo svolgimento dei più minuti compiti previsti per l’Arbitro di Pesistica Olimpica, esprimendo particolare motivazione nell’apprendimento. Nel frattempo giungevano da Teramo e da Roma le notizie delle promozioni, rispettivamente, di nove e di sei nuovi Arbitri regionali che andranno a rinfoltire le risorse umane del Settore in Abruzzo, Marche e Lazio. Per i discenti del FVG, invece, la sezione del corso era dedicata alla parte pratica della preparazione. Rosella Bertolo, Gloria Forte, Stefano Peccolo, Raffaella Salgarella, Lara Vaccher e Marianna Vento, seguiti passo passo dai loro docenti, hanno potuto apprendere i primi e basilari rudimenti del vivere arbitrale in un Campionato regionale di qualificazione. Una competizione organizzata con apprezzabile cura tecnica dai responsabili della Crossfit Tarcento, sotto la supervisione del team del Comitato FIPE del FVG e del Delegato regionale, Fabio Martin, responsabile anche del Corso di formazione arbitrale. Martin che ha affidato la preparazione tecnica arbitrale e la formazione individuale dei corsisti a due componenti della Commissione Nazionale Ufficiali di Gara (il Coordinatore Blasutig e al Direttore di gara e componente Dalla Silvestra), ha tenuto i discenti, per le due giornate dei Campionati – donne nella prima giornata e uomini nella seconda -, sotto una sopportabile pressione didattica e senza mai far perdere il ritmo e le puntualità richieste alla gara. Presente alle gare e alle premiazioni la vice presidente della FIPE Mariarosa Flaiban. Nella veste di Direttore di gara, Martin, ha condotto gli incarichi previsti, premurandosi di far procedere le gare e la docenza, senza perdere il ritmo e i tempi del coordinamento. Le operazioni del peso, la segreteria di gara con la sua complessa ed articolate gestione, il governo dei dati gara e le conseguenti precise premiazioni, la pedana con le difficili responsabilità del giudizio sono stati i temi delle due giornate di formazione. I discenti hanno potuto assistere alla pedana al pronto sanzionamento, da parte degli Arbitri, di un deliberato contatto della scarpa di un Pesista in gara con il bilanciere, perché considerato movimento non corretto che contravveniva all’articolo 2.5.1.11 dell’IWF TCR&R di recente introduzione. Delicati episodi occorsi ai passaggi sono stati tutti osservati e commentati in tempo reale. Episodi del corretto caricamento del bilanciere, trattati in teoria, sono stati osservati e studiati con immediatezza. Tutte le Operazioni di peso sono state svolte, in affiancamento, con attenzione e rigore dai corsisti che non si sono persi nessun evento trattato precedentemente in teoria. Utile per tutti è stata la descrizione delle responsabilità in gara del Controllore Tecnico. Molta attenzione da parte dei discenti è stata posta nell’operatività tecnica dello Speaker. Sabato erano presenti in gara 36 Atlete e domenica, invece, 59 erano gli Atleti. Domenica prossima il quarto appuntamento nella sede del CONI provinciale in Pordenone con un bagaglio di informazioni maggiori e con sicurezze maturate in gare reali.


Vedi anche la pagina completa del Corso