Trofeo delle Regioni – Memorial Silvano Gasparin – Mestre 15/06/2013

webprespes

Trofeo delle Regioni – Memorial Silvano Gasparin – a Mestre per il 50° della Spes.

La Rappresentativa del FVG si è classificata al secondo posto.

Sabato scorso, a Mestre si è svolto il Trofeo delle Regioni. La gara è stata organizzata dalla SPES di Mestre, sezione Pesistica, per celebrare in 50° anno di vita del sodalizio. A rappresentare la FIPE, Michele Barbone, vice presidente vicario, che ha rivolto parole di elogio per la manifestazione e per i molti successi conseguiti dalla sezione nel suo mezzo secolo di vita sportiva. Alla celebrazione era presente, Giorgio Moscati, fondatore della sezione di sollevamento pesi nel lontano 1963. Moscati, era particolarmente commosso per quanto si stava facendo in nome dello sport e del sollevamento pesi. Il presidente della SPES, Adriano Moscati, lo ha ringraziato e premiato per quanto ha fatto dalla fondazione in poi. L’attuale presidente della sezione, Bruno Gallo, ha fatto gli onori di casa. Soddisfatto anche il nuovo presidente del Comitato Veneto, Claudio Toninel, che ha ricordato come la SPES sia un punto fermo nell’attività agonistica della Regione. Le rappresentative regionali presenti al Trofeo erano quattro: l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia, la Lombardia e il Veneto. Ogni rappresentativa era composta da quattro atleti (U17/JU/SE e un Master) e un’atleta. La classifica è stata redatta secondo i criteri della tabella Sinclair. Fin dai primi sollevamenti, l’Emilia Romagna ha primeggiato. Ha vinto con 1338.55 punti. Al secondo posto, il Friuli Venezia Giulia con 1306.28 punti, terzo il Veneto con 1289.94 punti, la Lombardia, pur presente con validi atleti, non è salita sul podio, ma ha totalizzato 1062.74 punti. Occasione agonistica per le quattro rappresentative che hanno fatto salire sulla pedana di gara le nuove promesse regionali, per alcuni di essi è stato un test per i prossimi Campionati italiani juniores.

BRESCIA STEFANO, junior, atleta della Pesistica Pordenone, (106/123/229 – Sinclair 277.36). Entra, va sotto il bilanciere e solleva bene. Valida a 97kg. In seconda è a 102kg. Ha in mente qualcosa, che però tiene per se. Guarda e controlla il bilanciere, lo impugna e velocemente lo solleva sopra la testa. Valida anche la seconda. In terza passa a 106kg, dopo averli sollevati con lo stesso stile precedente, li ripone con sicurezza sulla pedana. La terna conferma la validità della prova. Dalle tribune una voce femminile grida entusiasta: “Ti adoro!”. Negli slanci vuole sollevare 123kg, in prima prova. Ci riesce e la terna conferma. Passa a 127kg, che però non solleva correttamente. Non pago, passa a 128kg in terza, e anche con questo carico non centra l’obiettivo. Alle qualificazioni della settimana scorsa aveva fatto 100/123/223 – Sinclair 265.46. Gareggerà agli italiani juniores nella categoria dei 94kg. Sulla carta è sul podio. Vedremo.

CARBONERA FRANCESCO, under 17, atleta della Miossport Cervignano (80/105/185 – Sinclair 256.38). Reduce, la scorsa settimana, dalla qualificazione regionale con gli stessi kili e un Sinclair poco differente. In quella gara si è laureato campione juniores 2013 nel FVG. In prima di strappo, parte con 75kg, che solleva molto bene. Passa di 5kg, in seconda prova, a 80kg. Solleva correttamente anche per la terna. Chiude, in terza, con 83kg, ma il bilanciere non lo segue. Prova non valida. Forse sente la mancanza della sua allenatrice. Negli slanci, parte con 100kg, che solleva con molta determinazione e tecnica, controllando una piccola inerzia dell’attrezzo in fase di chiusura. Anche i 105kg, in seconda di slancio, sono validi. Buona tecnica. La terza di slancio, però, con 108kg, non sono validi. La gravità vince sulla tecnica e la determinazione di Francesco, che chiude lo stesso soddisfatto della prestazione in Veneto. Non si è qualificato agli juniores italiani, è arrivato solo 13°.

FURLAN LUCA, senior, atleta della Pesistica Pordenone, (103/130/233 – Sinclair 295.23). Parte nello strappo con 103kg, che solleva velocissimo e senza bave. Va alla seconda con 107kg, ma un impercettibile disequilibrio, non perfettamente controllato, lo porta fuori tempo e gli fa perde il valido della terna. Ripete, e s’inganna, anticipando i segnali arbitrali. Voglia di sollevare negli strappi c’era tutta. E’ mancato un pizzico di fortuna. Si getta negli slanci, fin da subito, con lo stesso entusiasmo espresso negli strappi. Inizia con 130kg, che solleva senza nessun timore. La seconda e la terza con 140kg non gli sono amiche. Forse nella seconda prova poteva controllare meglio il bilanciere, ma qui siamo nel campo delle supposizioni e del dopo gara. Luca, voleva fare di più, ma il passaggio di 10kg, tra la prima e la seconda prova sono sempre un rischio anche per i più allenati.

ROPPA GIANCARLO, master 65, atleta dell’Olimpic Power Club di Fiume Veneto, (80/100/180 – Sinclair 310.03). Entra con sicurezza in prima prova con i suoi ridimensionati 75kg, che solleva con vecchia tecnica. Passa in seconda a 80kg, che stacca con velocità, ma la gravità li rivuole subito in pedana. Poi ritenta nei due minuti successivi, più convito e vince lui sulla gravità. Prova valida. Negli slanci inizia con un cauto 95kg per assicurarsi la gara. La prova è valida. In seconda mette sul bilanciere il quintale e lo solleva con buona tecnica. Adesso vuole divertirsi e fa caricare il bilanciere a 105kg, nella sua terza di slancio, ma la gravità non gli regala questa prova finale.

BASSETTO LARA, under 17, atleta della Pesistica Pordenone, (60/70/130 – Sinclair 167.17). Lara, parte con il piede sbagliato e sbaglia la sua prima prova di strappo con 60kg sul bilanciere. Un carico già sollevato facilmente in precedenza. Ripete, ottenendo tre luci bianche dalla terna arbitrale. In terza, va a 63kg per tenersi sui suoi standard di competizione, ma il bilanciere non vuol salire. Non è giornata per gli strappi. Vedremo negli slanci! Commenta, Lara, scendendo dalla pedana. 65kg validi nella prima di slancio. Poi un balzo a 70kg che solleva, ma non convintissima. In terza, tenta una chiusura gara a 74kg. Stacca il bilanciere, ma li molla poco dopo, senza tanto agonismo. Alle qualificazioni regionali per gli italiani juniores, la scorsa settimana, aveva fatto meglio (63/73/136 e un Sinclair a 174,66), ma questo è solo un Torneo, adesso deve prepararsi per la finale dei Campionati italiani juniores a metà luglio, dove è possibile salire sul podio nella categoria fino 69kg.

Arbitraggio discreto. Qualche malfunzionamento del sistema di segnalazione elettronico, ha in qualche occasione costretto gli organizzatori a fermare la gara, ma questo non ha influito sulle valutazioni arbitrali. Al termine delle celebrazioni del cinquantenario della SPES, Michela Toninel per il Veneto, Sabrina Magris per il Friuli Venezia Giulia e Eugenio Licari per l’Emilia Romagna, Coordinatori regionali degli Ufficiali di gara delle regioni partecipanti, si sono confrontati anche sui recenti regolamenti tecnici federali, approvati dal Consiglio Federale il 1° giugno scorso, e sulle nuove disposizioni del settore arbitrale, nonché sui loro effetti riformatori.

Fabiano Blasutig

Risultati del Trofeo delle regioni

 webpremispes

webpremsoc